Cura ed Attenzioni

Ma esiste una cura per il colon irritabile?

Chi soffre di sindrome da colon irritabile ha generalmente una buona sopportazione ed è abituato a convivere con un quasi costante dolore addominale. In certi momenti però i dolori si acuiscono e i sintomi del colon irritabile, quali gonfiore, gas intestinali, stitichezza o diarrea, portano all’esasperazione e si sarebbe disposti a tutto pur di stare meglio.

Ma quale è la cura giusta per il colon irritabile?
Purtroppo una cura specifica ed efficace non è ancora stata trovata e questo molto probabilmente dipende dal fatto che non sono ancora ben chiare nemmeno le cause del colon irritabile.
Per cercare di curare il colon irritabile è bene comunque rivolgersi ad un medico, in modo prima di tutto da fare alcune analisi che permettano di accertare che non si tratti di intolleranze alimentari o altre malattie.
Una volta verificato che sia effettivamente sindrome da intestino irritabile si può agire su più fronti. Se i casi di stitichezza oppure diarrea sono davvero ostinati, il medico può decidere di prescrivere medicine lassative o antidiarroiche. Queste attenueranno ma non cureranno la sindrome e saranno da assumere per un periodo limitato di tempo.

In secondo luogo è consigliabile controllare l’alimentazione, perché evitare certi cibi aiuta a ridurre la formazione di gas intestinali e gonfiore addominale. In generale è consigliabile un’alimentazione genuina ed equilibrata, evitando troppi dolci o snack a produzione industriale le cui farine ed additivi chimici possono causare gonfiore e dolori addominali.
Si può attenuare il fastidio addominale tramite tisane o decotti a base di piante medicinali calmanti o sgonfianti (tiglio, finocchio, anice, aneto, altea, melissa, achillea, camomilla).
Infine, poiché la sindrome da colon irritabile è principalmente attribuibile allo stress e all’ansia della vita moderna occidentale, la cura migliore è ridurre l’ansia e lo stress.
Per prima cosa è giusto fare un’autoanalisi e capire se si può fare qualcosa per migliorare la propria vita. Problemi sul lavoro, tensioni in famiglia o con il partner, un lavoro eccessivamente stressante, possono essere cause a cui si può porre rimedio per migliorare la propria vita. Si può quindi ricorrere alla psicoterapia per un aiuto professionale esterno.
In alternativa ci si può rivolgere alle tecniche orientali quali lo yoga, lo shiatsu, l’osteopatia, l’agopuntura, che lavorano sulla respirazione e sui chakra per ristabilire il corretto funzionamento del sistema endocrino.